Ascolto profondo sulle radici – Danze Slave

Share
Meditare con la musica - Danze SlaveContinuando a trattare l’argomento dell’ascolto profondo, oggi vi propongo questa serie di brani composta dal compositore ceco  Antonín Dvořák, prima per pianoforte a quattro mani e poi per orchestra. Data la loro forte connotazione ritmica, le ritengo adatte a rafforzare le nostre radici, appunto tramite un ascolto che si discosta un poco dal modo tradizionale di sentire la musica.

 

Le Danze Slave sono sedici brani ispirati alle Danze Ungheresi di Brahms, composti quando ancora Dvořák non era moto famoso, ma un promettente giovane compositore. Grazie alla loro immediatezza, egli acquisto immediata fama, e fu stimolato dall’editore a crearne anche una versione orchestrale.

A chi non ha mai sentito parlare di questo tipo di ascolto musicale consiglio la lettura almeno di quest’articolo e di quelli a esso collegati. Ricordate che il centro dell’ascolto sarà il vostro corpo, soprattutto nella parte bassa, dalle gambe ai genitali, concentrandovi sulle sensazioni che la musica vi stimola in quei punti, sempre senza giudicare, ma solo prendendone atto.

Vi allego solo alcuni video, ma potete facilmente trovare tutte le danze su YouTube.

Buon ascolto profondo con le Danze Slave di Dvořák.

by Wenz

accordatura a 432 hz

"Accordatura 432 Hz" e book gratuito

Scarica ora l’ebook gratis sul tuo PC

e comincia subito a leggerlo.

Lascio un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Share