Il mantra OM: suono primordiale di creazione

Share

Il mantra OMIl Mantra OM è il più sacro e conosciuto mantra, comune alla religione induista e buddista. Esso è considerato il suono primordiale che ha originato la creazione stessa, ed è interpretato come manifestazione di questo suono. Meditare cantando il Mantra OM ci libererà dalle impurità dello spirito.

Oggetto di pratiche meditative comuni a molte religioni, il Mantra OM è un bija mantra, cioè un “seme”, inteso come suono base con specifici poteri vibrazionali. Esso è espresso come sillaba prima delle letture dei Veda indiani, ed è anche recitato durante la meditazione in molte tradizioni, nelle sue forme principali: Oṁ, Óm e Aum.

Le origini di questo mantra sono molto antiche e se ne possono trovare tracce già in un inno del tardo Ṛgveda (XV-XII secolo a.C.), comunque le fonti più autorevoli per l’uso dell’OM sono le Upaniṣad vediche (IX-V secolo a.C.), in cui se ne descrivono caratteristiche che vanno dal saluto benaugurante, al suono primordiale di creazione. Ad esempio la Taittirīya Upaniṣad (collegata al Kṛṣṇa Yajurveda) afferma esplicitamente che:

« Oṃ è il Brahman, Oṃ è tutto l’universo » (Taittirīya Upaniṣad, I,8)

La vibrazione ha un ruolo centrale nella creazione della letteratura vedica, e il suono OM è alla base di tale concezione, ecco perchè nelle sacre scritture indiane il mantra OM ha un grande valore simbolico e spirituale.

Come dovrebbe essere recitato il mantra OM?

Le forme in cui viene espresso il mantra OM sono diverse, c’è la versione semplice con il canto della semplice sillaba OM, oppure la forma a tre lettere AUM, per esprimere tre qualità in una, una specie di trinità vedica.

Nella forma AUM possiamo trovare questi significati:

  • la lettera A si riferisce alla Crazione – (Brahmā)
  • la lettera U alla Conservazione – (Viṣṇu)
  • la lettera M alla dissoluzione – (Śiva)

Per quanto riguarda la versione OM, in essa allungando la O avremo un effetto più materiale, allungando la M avremo un effetto più spirituale.

Un modo per utilizzare il mantra OM in meditazione è quello di cantarlo intonando una nota per ogni Chakra, partendo dal primo fino al settimo con 7 note musicali. C’è chi preferisce partire dal DO e arrivare al SI, io personalmente preferisco partire dal SOL e arrivare al FA #, come ho spiegato parlando di note, chakra e colori. Cantate il mantra più volte concentrandovi su ogni Chakra, vedete che sarà molto benefico. Ancora meglio se fate questa pratica in una posizione yoga abbinandola alla respirazione profonda.

Il Mantra OM è un suono magico e affascinante, che mi ha ispirato nel brano “Aria d’Ohm” che ho appena registrato in una nuova versione di “Musica a 432 Hz Integrale”, abbinando questo suono di creazione al Chakra del cuore. V’invito ad ascoltare il brano e a condividerlo se vi va. Grazie.


Per approfondire:


Ti è piaciuto questo articolo? Allora potrebbero interessarti anche le opere dell’autore Enzo Crotti:

Libri ed ebook di Enzo CrottiLibri ed e-book

 

 

Musica a 432 Hz integrale di Enzo CrottiMusica a 432 Hz integrale

 

 


Libri e CD interessanti sul Mantra OM

 

Sai Baba Om Mantra

OM Shanti - Mantra per la pace

Il Canto dell'Om

La Pratica dei Mantra

Summary
Article Name
Il mantra OM: suono primordiale di creazione
Description
Il Mantra OM è il più sacro e conosciuto mantra, comune alla religione induista e buddista. Esso è considerato il suono primordiale che ha originato la creazione stessa, ed è interpretato come manifestazione di questo suono. Meditare cantando il Mantra OM ci libererà dalle impurità dello spirito.
Author
Publisher Name
Musica & Spirito

accordatura a 432 hz

"Accordatura 432 Hz" e book gratuito

Scarica ora l’ebook gratis sul tuo PC

e comincia subito a leggerlo.

Lascio un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Share