Massaggio sonoro: l’arpa monocorde

Share
arpa monocorde o arpa pitagorica e massaggio sonoroL’arpa monocorde, anche detta arpa pitagorica, è uno strumento antico, tutt’ora presente in Mongolia e in Vietnam. La costruzione di quest’arpa, che veniva utilizzata per determinare le relazioni matematiche tra i suoni musicali, si basa sugli studi della risonanza e sulle ricerche di fisica acustica compiuti da Pitagora, scienziato, medico e filosofo greco, più di 2000 anni fa.

 

Grazie al suo suono puro, è stata riscoperta come strumento utilizzato per il massaggio sonoro. Attraverso la sua cassa, le onde attivano un micro massaggio, che favorisce il rilascio di tensioni lungo tutta la colonna vertebrale. E’ anche adatta a favorire un profondo stato di meditazione.

Una seduta tipo di questo massaggio sonoro funziona più o meno in questo modo:

Si utilizza uno speciale lettino fatto di legni pregiati che simula una grande cassa di risonanza. Sotto questa cassa sono tese 55 corde accordate sulla stessa nota, come fosse un’arpa monocorde gigante.

La persona da massaggiare si sdraia su questa pseudo-arpa, e l’operatore inizia a massaggiarla con oli essenziali su alcune zone particolari per sciogliere la tensione e fare emergere le cause delle eventuali sofferenze. In seguito il massaggiatore inizia a suonare l’arpa, in modo da produrre una base musicale continua, avvolgendo la persona sottoposta al trattamento con le vibrazioni benefiche. Il tutto ha una durata di 30-40 minuti.

by Wenz

cfr. Viversani & Belli, n. 28, anno 20, 15 luglio 2011, pag. 64

Ebook Gratuito: "Accordatura 432 Hz"

accordatura a 432 hzScarica ora l’ebook gratis sul tuo PC
e comincia subito a leggerlo

2 Commenti

  1. bretongirl

    Bonjour! Mi pare di aver sentito suonare uno strumento molto simile in Bretagna, con l’archetto. Musica celtica, naturalmente, accompagnato da un flauto traverso di legno, una bella musica suadente, meditativa. Aloha, my teacher

    Replica
    1. Wenz (Autore Post)

      Aloha ragazza bretone! 🙂

      Replica

Lascio un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Share