Meditare sull’infinito con la musica

Share

Musica e meditazione infinita

La realtà che viviamo è frutto delle nostre percezioni, ma è un mondo fittizio che non esprime la nostra vera natura. E allora chi o cosa siamo veramente? Purtroppo non ci è dato di saperlo, ma grazie alla meditazione e alla musica possiamo avere una tregua momentanea dal nostro ego che ci tiene ben ancorati alla vita reale, o presunta tale.

Usare la musica per meditare è qualcosa di magico, perché il linguaggio musicale è indefinito ed è ciò che più assomiglia alla nostra vera Natura, che non è solo di esseri terreni, ma di modi di esistere differenti di cui non abbiamo coscienza nel presente. Il maestro Osho ci insegna che la nostra vera identità non ha dimensioni come le intendiamo, ma può essere infinitamente grande o infinitamente piccola, e proprio questo infinito è un concetto che non riusciamo ad afferrare con la nostra povera logica, ma che possiamo toccare con la meditazione e la musica.

La meditazione sull’infinito andrebbe fatta ogni notte prima di addormentarsi. Si può utilizzare un brano di musica per meditazione, io preferisco musica a 432 Hz integrale per la sua migliore connessione con il cosmo. Meglio se la musica ha dinamiche e sonorità espressive, che possono suggerire il fluttuare delle nostre dimensioni. Si può ascoltare la musica seduti in posizione yoga, oppure su una sedia con la schiena dritta, meglio utilizzare le cuffie e le casse assieme, per rendere ancora più efficaci le vibrazioni. Ecco la spiegazione.

Meditazione sull’infinito con la musica

Immaginate di essere infinitamente piccoli quando la musica è bassa e meno densa, e di essere infinitamente grandi quando la musica aumenta d’intensità. Quando si diventa piccoli si è più piccoli di un atomo, il corpo scompare, perché non può esservi contenuto, e anche nella grandezza infinita di un lago, del mare, di un oceano di un pianeta e oltre, il corpo scompare e si dissolve.

Lo scopo di questa meditazione è privare il nostro ego dei suoi riferimenti, poiché l’ego è legato alla nostra idea di persona, con i suoi imiti ben definiti, e scompare quando invece perdiamo i confini e ci immaginiamo in un modo differente. Provate allora questa meditazione con la musica degli autori che preferite, naturalmente vi consiglio autori classici come Mozart, Bach e Beethoven, ma perchè no, anche il mio brano “Meditation Lake” che è composto utilizzando molti accorgimenti Naturali.

Buona meditazione sull’infinito con la musica a tutti.

 


Ti è piaciuto questo articolo? Allora potrebbero interessarti anche le opere dell’autore Enzo Crotti:

Musica a 432 Hz integrale di Enzo CrottiMusica a 432 Hz integrale

 

 

Opere gratuite

 

 


 

Meditation Lake – Enzo Crotti – Musica a 432 Hz integrale

 

 


Opere interessanti su meditazione e musica

 

Musica, Meditazione e Silenzio - Libro + CD

Verso il Cielo

Dono di Grazia

Meditazioni e Musiche per la Futura Mamma - CD Audio

Canti di Luce

Summary
Article Name
Meditare sull'infinito con la musica
Description
Grazie alla meditazione e alla musica possiamo avere una tregua momentanea dal nostro ego che ci tiene ben ancorati alla vita reale, o presunta tale.
Author
Publisher Name
Musica & Spirito

accordatura a 432 hz

"Accordatura 432 Hz" e book gratuito

Scarica ora l’ebook gratis sul tuo PC

e comincia subito a leggerlo.

Lascio un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Share