Omega 432 (432 Hz)

11 settembre 2010 6 Di Enzo Crotti
Share

Omega 432 hz

L’argomento di questo articolo è una necessaria precisazione ad alcune domande che sono state poste dai lettori del blog a proposito delle frequenze delle note a sopratutto del LA a 432 Hz. Parlando della tonica personale, si è detto che le frequenze delle note non sono assolute, ma variano secondo convenzioni internazionali, inoltre il sistema musicale indiano prevede molte più note rispetto alle nostre dodici, quindi la corrispondenza delle frequenze è una questione aperta.

 

Oggi parlerò di una corrente di pensiero denominata OMEGA 432.

L’adozione dell’attuale frequenza di 440 Hz per la nota LA, e di conseguenza l’altezza delle rimanenti note, è merito dell’Organizzazione Internazionale per le Standardizzazioni, che lo fece nel 1955. Non voglio sindacare i motivi che portarono a questa decisione, credo siano semplicemente legati alle caratteristiche fisiche degli strumenti esistenti per rendere più semplice accordare le orchestre (qualcuno parla addirittura di un complotto della chiesa, ma mi pare improbabile).

Sta di fatto che c’è un movimento, chiamato appunto OMEGA 432, che sostiene come accordatura migliore una frequenza più calante rispetto ai 440 Hz, appunto 432 Hz, e giustifica questa scelta con motivazioni di carattere storico, armonico e fisico.

Andiamo con ordine.

Del LA a 432 Hz erano utilizzatori Mozart e Verdi, tanto che addirittura era chiamata l’accordatura di Verdi, quindi diciamo che ci sono precedenti llustri.

Il concetto più profondo a sostegno di questa frequenza, risiede nella sua maggiore armonicità con la natura e con i processi della vita. In precedenti articoli abbiamo visto che tutta la materia esistente è caratterizzata da vibrazione, esiste anche una vibrazone cosmica di fondo (vedi Cimatica). E’ logico pensare che vi siano anche frequenze armoniche con queste caratteristiche della vita ed altre disarmoniche con esse. Per i sostenitori di questa tesi 432 Hertz sono armonici, mentre 440 non lo sono e causerebbero maggiori tensioni e stress rispetto alla prima frequenza. Ma vediamo come.

Secondo recenti studi in questo campo, 432 Hz è una frequenza che è interconnessa ai processi fisiologici del DNA e del cervello, e anche alla vibrazione cosmica di fondo che è 8 Hz.

Anche la luce è collegata al suono, 432 sarebbe il rapporto tra i due tipi di onda fisica. Inoltre ritroviamo questa frequenza in fenomeni planetari come ad esempio il movimento tra Sole e Saturno. Non pensiamo che questo non c’entri nulla con il suono, perchè ad un’analisi superficiale potrebbe sembrare così, ma non lo è. Sappiamo che la frequenza è un numero di ripetizioni cicliche nel tempo. Bene, il secondo (unità di misura del tempo) deriva dal movimento della terra attorno al sole, e vi sono studi che dimostrano come il fenomeno degli armonici abbia a che fare con questo fenomeno ciclico, essendo gli armonici anch’essi frequenze basate su una ripetizione nel tempo.

Insomma la frequenza di 432 Hertz collegherebbe assieme proprietà fisiche quali luce, tempo, spazio, gravità, magnetismo, con fenomeni biologici come il DNA e la coscenza.

Comunque, per i più curiosi allego un video di un mio brano registrato a 432 Hz, così sentirete se è una frequenza davvero più rilassante per le vostre orecchie. Si trarra del mio brano “Summer Song”, suonato con la chitarra classica intonata a 432 Hz.

Bene, io non so cosa ne pensate, ma ci farei un pensierino a riconsiderare l’intonazione dei nostri strumenti… vedremo.


Summer Song – Enzo Crotti – Chitarra classica 432 Hz

Per approfondimenti:

432 Hz, Storia e Considerazioni
http://www.omega432.com

 


Ti è piaciuto questo articolo? Allora potrebbero interessarti anche le opere dell’autore Enzo Crotti:

Musica a 432 Hz integrale di Enzo CrottiMusica a 432 Hz integrale

 

 

Opere gratuite - Enzo Crotti

Opere gratuite

 

 


 

accordatura a 432 hz

"Accordatura 432 Hz" e book gratuito

Scarica ora l’ebook gratis sul tuo PC

e comincia subito a leggerlo.