La potenza del suono nelle religioni

29 Gennaio 2019 0 Di Enzo Crotti

Creazione e suono

Il suono e la musica sono rivestiti di enorme importanza nelle culture e religioni antiche, infatti il potere del suono viene spesso coinvolto nel racconto della creazione. Vediamo alcuni esempi del potere ancestrale attribuito al suono.

Giovanni 1,1-18

“1 In principio era il Verbo,
il Verbo era presso Dio
e il Verbo era Dio.
2 Egli era in principio presso Dio:
3 tutto è stato fatto per mezzo di lui,
e senza di lui niente è stato fatto di tutto ciò che esiste”.

In questi versetti notiamo che il verbo è inteso come un suono di creazione utilizzato da Dio per creare ciò che esiste.

Cosmologia  Induista

Nei Veda, viene narrato che l’universo scaturì dalla “parola”, vāc. Ed ecco che ancora abbiamo un suono creatore racchiuso in una parola.

Il dio egizio Thot

Secondo l’esoterismo dell’antico Egitto l’universo avrebbe avuto origine dal suono primordiale che Thot emise all’inizio dei tempi.

Popol Vuh

Nel libro sacro dei Maya si attribuisce un grande potere alla parola come incipit della creazione. Infatti il Creatore e il Modellatore si riuniscono con il Sovrano Serpente Piumato grazie proprio alla parola e da qui decidono la creazione.

Si potrebbero fare anche altri esempi, ma mi sembra chiaro che il suono è un concetto centrale nelle cosmologie di diversi popoli, il suono anche inteso come parola e verbo.

Dal Canto alla Parola

Probabilmente il messaggio contenuto nelle cosmologie antiche riguarda il percorso iniziatico di liberazione e conoscenza dell’uomo, grazie al quale può o dovrebbe avvenire, la nascita o rinascita dell’Anima umana (pensiamo in questo senso agli insegnamenti di Gurdjieff). In ogni caso vorrei ricordare che nell’evoluzione dell’uomo, la parola (e quindi il linguaggio) è una derivazione del canto e della musica. Il nostro organo fonatorio si è sviluppato non per parlare, ma per cantare. Teniamo presente che secondo gli esperti lo sviluppo delle lingue umane riguarda un periodo molto breve dell’evoluzione umana, che possiamo quantificare negli ultimi circa 6000 anni. La maggior parte dell’evoluzione non è caratterizzata dalla parola e dal linguaggio, ma dal canto. Infatti l’Uomo Sapiens sviluppò in un periodo di circa 200.000 anni il canto anche corale, soprattutto per un uso simbolico e spirituale.

La parola è qualcosa che richiede un’evoluzione del cervello e della conoscenza per funzionare. Ma questa evoluzione comincia con il suono che è quindi parte integrante e fondamentale dello sviluppo spirituale e intellettivo dell’individuo e della società. Ecco cosa forse ci vogliono insegnare le cosmologie antiche riferendosi alla creazione e al suono.


Aria d’Ohm – Composizione ispirata al Mantra Ohm, suono di creazione Yogico


Ti è piaciuto questo articolo? Allora potrebbero interessarti anche le opere dell’autore Enzo Crotti:

Musica a 432 Hz integrale di Enzo CrottiMusica a 432 Hz integrale

 

 

Opere gratuite - Enzo Crotti

Opere gratuite