Come ascoltare musica a 432 Hz?

Share

mp3 audio flac 432 hzLa musica a 432 Hz è una mondo musicale molto vasto in cui troviamo di tutto. Ma come dovrebbe essere ascoltata questa musica per avere la migliore resa sonora? Meglio il formato MP3 oppure qualche altro formato audio?

Produrre musica a 432 Hz significa offrire una musica con una migliore connessione alla Natura rispetto alla musica a 440 Hz, ma non dimentichiamo che non tutta la musica a 432 Hz è uguale. Ci sono infatti brani creati in origine a 432 Hz e altri che sono trasformati in seguito. Inutile dire che sono migliori quelli che vengono realizzati appositamente in studio per questo scopo, tenendo presenti anche cose importanti come la scala d’accordatura, tonalità e tempo della musica, come spiego nel mio libro “Musica a 432 Hz Integrale“. In questo modo non solo sarà presente nella musica la frequenza del LA a 432 Hz, ma anche quella del DO a Hz a 256 Hz e altre importanti frequenze delle note che fanno parte della vera musica a 432 Hz.

Ma una volta stabilito il tipo di musica che desideriamo ascoltare, come la dobbiamo ascoltare? MP3, Wave, Audio Flac, quale di questi è meglio?

I formati di audio digitale si possono suddividere in non compressi e compressi, e tra i compressi abbiamo quelli che non causano perdita di informazioni sonore e altri che invece le perdono. Cercherò di spiegare queste cose con semplicità, in modo che tutti possano comprendere.

La miglior sorgente per la musica a 432 Hz è naturalmente la musica dal vivo, in cui l’informazione sonora è completa e perfetta. Però non sempre riusciamo ad assistere ad eventi musicali, e non tutte le musiche sono facilmente riproducibili dal vivo. Per ovviare a questi problemi, sono nati i supporti audio recenti o meno: ad esempio dischi in vinile e CD audio.

Supporti fisici

disco in vinile 432 hzIl disco in vinile riporta fedelmente l’informazione audio, naturalmente poi la resa sonora dipende dall’apparecchio che si utilizza per ascoltare e dall’usura della puntina e del disco. Ecco perché in seguito è stato creato il CD audio, che ha una maggiore durata senza (o quasi) usura del supporto. Il CD audio è un “campionamento” audio, tramite il quale viene digitalizzata l’informazione sonora trasformandola in BIT. Senza spiegare la tecnica di campionamento, diciamo che più BIT si utilizzano e più l’informazione sonora sarà coerente e completa rispetto al suono fisico della registrazione. Perciò la musica registrata a 24 Bit è meglio di quella a 16 Bit.

WAVE

Il formato WAVE è il formato audio del PC che corrisponde esattamente a quello del CD audio. Naturalmente per avere la stessa fedeltà del CD il file WAVE dovrà essere Stereo a 16 Bit e 44100 Hz come frequenza di campionamento. Esistono anche formati più accurati, come Stereo 24 Bit e 192 KHz di campionamento, ma lo spazio occupato dal file aumenta di molto, ciò significa che diventa difficile da memorizzare su un supporto come il CD e da scaricare dalla rete.

Formato MP3

Il formato MP3 è un formato di compressione audio che rinuncia a parte dell’informazione, per avere comunque una buona resa audio ma una dimensione del file ridotta, e poter essere facilmente memorizzato o trasmesso su internet. La qualità risente molto della compressione MP3, per cui non è il miglior formato per l’ascolto di musica a 432 Hz, anche se esistono MP3 più fedeli, come quelli con campionamento a 256 KBit/s o più. In ogni caso in questo formato mancheranno molte frequenze, per cui meglio forme di compressione che non causano perdita dell’informazione audio, come il formato AUDIO FLAC, per esempio.

AUDIO FLAC

Mentre il formato MP3 è frutto di un brevetto, il formato AUDIO FLAC è un algoritmo di compressione audio libero senza perdita di informazioni audio rispetto all’originale. Questo formato è sicuramente da preferire rispetto all’MP3 perché riduce a circa il 50% lo spazio occupato dal file di partenza, ma non causa perdite di frequenze sonore nella musica. In ogni caso le dimensioni sono di circa 5 volte quelle di un MP3 per cui per avere più coerenza sonora occorrerà rinunciare ad un pò di spazio in più sull’hard disk.

MODALITA’ DI ASCOLTO

Una volta spiegate le differenze tra i formati audio, vediamo come bisogna ascoltare la musica a 432 Hz. La miglior scelta è sempre un buon impianto Hi Fi, con casse che riescano a coprire un ampio spettro sonoro. Un altra soluzione potrebbero essere due buoni monitor da studio collegati al PC, in ogni caso potreste accoppiare alle casse anche due buone cuffie in modo da amplificare l’effetto della musica a 432 Hz. Ad esempio i classici monitor Yamaha hanno una risposta di frequenza che va da 30 a 30000 Hz, ben superiore a quello che può percepire l’orecchio umano, ma non dimentichiamo che il corpo riceve le vibrazioni anche se non le sentiamo.

Bene, concludendo diciamo che il CD audio è sempre un supporto comodo e duraturo, apprezzabile anche per la musica a 432 Hz. Per quanto riguarda invece il download su internet, se ad esempio si desidera acquistare un singolo brano di un CD, il formato Audio Flac è quello che dà i migliori risultati a fronte di una dimensione più contenuta. Per questo personalmente ho deciso di rendere disponibile la mia musica a 432 Hz integrale anche in formato AUDIO FLAC.

UTILITY


Ti è piaciuto questo articolo? Allora potrebbero interessarti anche le opere dell’autore Enzo Crotti:

Musica a 432 Hz integrale di Enzo CrottiMusica a 432 Hz integrale

 

 

Opere gratuite

 

 


 

Summary
Article Name
Come ascoltare musica a 432 Hz?
Description
La musica a 432 Hz è una mondo musicale molto vasto in cui troviamo di tutto. Ma come dovrebbe essere ascoltata questa musica per avere la migliore resa sonora? Meglio il formato MP3, Flac oppure qualche altro formato audio?
Author
Publisher Name
Musica & Spirito

Ebook Gratuito: "Accordatura 432 Hz"

accordatura a 432 hzScarica ora l’ebook gratis sul tuo PC
e comincia subito a leggerlo

2 Commenti

  1. tiziana perricone

    E’ da anni che suono i miei strumenti con l’accordatura a 432 Hz, specialmente l’arpa celtica e il tongue (tamburo armonico) e devo dire che è la migliore soluzione per ascoltare musica. In più, anche il piano e la chitarra non sono male, ma non tutti i brani vi si possono eseguire, diversamente dall’arpa celtica che vuole musica celtico-medievale, diversa dalla classica, che comunque preferisco eseguire in esclusiva sullo strumento, e per il tongue già accordato a 432 Hz in scala pentatonica minore. Per le mie campane tibetane, hanno già il tono armonico e le frequenze in risonanza con l’armonia delle sfere, poichè nascono così e sono uniche. L’unico problema si pone quando devi ascoltare frequenze terapeutiche specifiche in successione sul web, non sempre puoi scegliere il formato fra le registrazioni a disposizione. Questo lo risolvo personalmente usando i diapason tonali, ma non è la stessa cosa della musica, che ha uno spettro più vasto e l’armonia della composizione…specialmente se integrale, quindi mi diletto ad ascoltare la tua. Grazie! Il tuo lavoro è ottimo! E lo apprezzo molto.

    Replica
    1. Enzo Crotti

      Grazie a te Tiziana e per il tuo contributo sulla tua esperienza con la musicoterapia.

      Replica

Lascio un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Share