La vita è la più grande opera d’arte e Dio è il più grande artista

Mistero della vita - Dio è un artistaCi si domanda spesso sul significato della vita, domanda a cui nessuno sa o può dare una risposta soddisfacente. La filosofia orientale e Osho ci vengono in aiuto con una stupenda visione della vita.

 

Alcune religioni parlano del mistero della vita come di qualcosa in cui occorre aver fede, ma a cui è difficile dare una spiegazione. La scienza non è molto più utile per rispondere a questa domanda, in quanto se anche potrà spiegare quali sono i processi che portano alla vita, difficilmente ne potrà spiegare il senso.

Proprio oggi, che sono diventato padre da poco, voglio parlare di questo argomento molto dibattuto, per condividere le mie impressioni ed esperienze con voi che per caso, o per abitudine, vi trovate a leggere i miei articoli su questo blog. Vorrei perciò parlare della mia esperienza iniziando dall’arte. Chi compie un’attività artistica come faccio io, sa bene che la vera arte non ha una spiegazione, accade quando c’è una completa fusione tra l’artista e la sua opera. Altrimenti è solo buona organizzazione, ma non è vera creazione.

Facendo un parallelo con la vita, credo che sia il prodotto del più grande artista esistente. Che per creare le sue insuperabili opere d’arte, si fonde completamente con esse e perciò ogni sua creazione contiene il creatore stesso. Forse qualcuno avrà intuito che sto parlando di Dio, o di quello che alcuni, me compreso, ritengono che Egli sia.

Dio è un nome differente che diamo alla Vita, o alla Creazione. Ogni cosa o essere vivente esistente contiene dentro di sé una parte di Dio, ed è perciò fatto a sua immagine e somiglianza. E’ un’opera d’arte che fa parte di un complesso sistema che chiamiamo Universo e che si compone di vibrazioni ed energie differenti il cui risultato è ciò che percepiamo.

Considerando questa visione della Vita, che senso ha tutto ciò? Perché esistono le gioie e le sofferenze? Il senso della vità è nella vita stessa, cioè la Creazione e ciò che ne consegue si svolgono nei loro termini per compiere se stesse.

Se vediamo il Creatore come un padre che organizza e gestisce tutto, allora non possiamo trovare un senso nelle cose se non come un divertimento di Dio per non annoiarsi. E allora le sofferenze cosa sono? Un intrattenimento sadico?

Io credo invece in un Creatore che è un artista, che mette se stesso nelle sue opere, che poi hanno una loro volontà e libero arbitrio, su cui il Creatore stesso non ha più influenza, se non indiretta. L’opera d’arte compie il suo destino per trasformare l’energia vitale ricevuta. La visione di Dio dei libri sacri indiani e di molte scuole e culture antiche è di un Dio che soffia la vita, che canta la vita, o comunque che inizia un processo di cui poi noi facciamo parte assieme a tutto il resto.

Ora, quando guardo mio figlio appena nato, vedo l’opera del più grande artista, di cui io e la mia compagna siamo stati solo un piccolo tramite, con la grande responsabilità di insegnargli meglio che possiamo ed essere così buoni genitori. Sapendo che la Vita è in lui, e che dovrà compiere il suo cammino esprimendo se stesso, posso dire che credo che il senso della vita sia che essa si esprima meglio possibile e compia il suo cammino nella gloria di Dio, l’artista più importante mai “esistito”!

by Wenz

 

mp3 enzo crotti gratis - campane

Brano dal testo spirituale
scarica gratis l’mp3

Nome

Email

Lascio un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *