Chopin – Preludio in MI minore a 432 Hz per il sesto Chakra

Share

chopin mi minore sesto chakraSe conoscete la musica a 432 Hz forse non sapete che non tutti i brani sono uguali. Infatti a seconda della tonalità avremo in evidenza alcune frequenze piuttosto che altre. Ad esempio la tonalità di MI minore di questo bel Preludio per pianoforte di Chopin contiene frequenze che rimandano al sesto Chakra.

Ho spesso sostenuto nei miei articoli e libri che la musica a 432 Hz non è tutta uguale, ma vi sono differenze sotto molti aspetti, come ad esempio l’accordatura utilizzata per la registrazione del brano. Di solito la musica occidentale è accordata con la scala temperata che ha intonazioni delle note arbitrarie e non naturali. Vi sono accordature migliori per la musica a 432 Hz, come l’accordatura Pitagorica che uso per le mie incisioni ad esempio. Naturalmente la musica suonata con accordatura temperata a 432 Hz non è che faccia male, ma diciamo che non ottimizza tutte le frequenze in modo naturale, per cui vi sono altre accordature preferibili.

Altri aspetti che spesso non vengono considerati sono le tonalità dei brani e il tempo dell’esecuzione. Le tonalità definiscono un range di frequenze che saranno le principali dell’opera, per cui un brano in MI minore evidenzierà frequenze diverse da uno in FA minore. Vi sono scuole di pensiero che accostano le sette note ai sette Chakra, ottenendo così un abbinamento Nota-Tonalità-Chakra. Ad esempio se accostiamo al primo Chakra la nota SOL, seguendo l’ordine delle note della scala di SOL maggiore avremo: LA= secondo Chakra; SI= terzo Chakra; DO= quarto Chakra; RE= quinto Chakra; MI= sesto Chakra; FA#= settimo Chakra.

Non mi voglio dilungare troppo, ma esiste anche una correlazione del tipo Chakra-Nota-Colore, che mette in luce come le frequenze di questi ambiti energetici siano assimilabili, credo che presto scriverò un articolo in proposito. In ogni caso abbinando la tonalità di MI minore al Sesto Chakra avremo un ascolto più consapevole che si focalizzerà sulle energie dell’intuizione e sulla visione profonda della coscienza. Queste cose le spiego anche nel mio libro: “Musica a 432 Hz Integrale” che v’invito a leggere, c’è anche una versione gratuita.

Provate allora ad ascoltare il Preludio per pianoforte in MI minore di Chopin concentrandovi sul Sesto Chakra, un punto energetico situato in mezzo alla fronte appena sopra agli occhi. Inoltre vi consiglio anche un mio brano sempre in MI minore, ma con accorgimenti musicali più approfonditi come ad esempio l’accordatura Pitagorica: Pavane Op. 50 di Pauré. Buon ascolto e buona meditazione.


Enzo Crotti (Wenz)Autore

Wenz (Enzo Crotti)
(Musica e Consapevolezza)

 

VIDEO: Preludio in MI minore – Op. 28 No. 4 (F. Chopin)

 


 

 

Ebook Gratuito: "Accordatura 432 Hz"

accordatura a 432 hzScarica ora l’ebook gratis sul tuo PC
e comincia subito a leggerlo

4 Commenti

  1. jivan

    Ciao Wenz e complimenti per quel che fai e quel che immagino sei.
    Ho letto il tuo ebook gratuito e i tuoi articoli, ma mi manca ancora questa informazione. Se mi dici che c’è nel tuo ebook completo, dimmelo che lo compro. Sennò te la chiedo qui: so che il La è a 432hz e il Do a 256hz , però non riesco a trovare o calcolare le frequenze “giuste” delle altre note corrispettive dei chackra. Me le puoi indicare? grazie

    Replica
  2. jivan

    Ciao, in realtà ti riformulo la domanda. Su una tastiera elettronica normale di quelle in commercio, dove spesso è possibile regolare il pitch di intonazione del La: per avere un Do intonato sui 256hz, a che frequenza devo regolare il La, che invece standard è di 440hz?
    E per le rimanenti 5 note dei chakra? sempre conscio dei limiti del temperamento equabile, …ma almeno sicuro di suonare ogni tonalità con la frequenza corretta

    Replica
    1. Enzo Crotti (Autore Post)

      Ciao Jivan, le frequenze musicali che possono essere abbinate ai Chakra sono oggetto di diverse interpretazioni. Essendo energie sottili, non esistono frequenze oggettive misurabili ognuno adotta un proprio approccio. Per quanto mi riguarda il mio è matematico. Comunque ho in mente di scrivere un articolo su questo argomento, e Non mancherò di indicare le frequenze delle note che utilizzo per la mia musica. A presto.

      Replica
      1. Wenz

Lascio un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Share