La musica per i massaggi

12 settembre 2018 0 Di Enzo Crotti
Share

Massaggio rilassante

Le doti benefiche della musica sono ormai note grazie a numerosi studi scientifici che confermano questi benefici. Il rilassamento, l’influenza positiva psicosomatica, nonché la possibilità di entrare in contatto con il nostro io profondo sono alcune dei “doni” della musica all’uomo. Ma sono tutte uguali le musiche? Ad esempio che musica scegliere come sottofondo per un massaggio?

La musica è fondamentale

La scelta di una musica corretta per un’attività benefica così intima come un massaggio è fondamentale e non dovrebbe essere fatta a caso. La musica contribuisce certamente a creare un ambiente idoneo al rilassamento, ma non dimentichiamo che può anche stimolare la persona con le sue frequenze, per questo ad ogni massaggio andrebbe abbinata la giusta musica. Ad esempio la musica per un massaggio rilassante non sarà la stessa di quella da usare per un massaggio reiki o shiatsu. In alcuni casi la musica stessa può diventare mezzo per il massaggio, come nel massaggio sonoro praticato con campane tibetane, cristalli di quarzo, bagni di gong e altri strumenti dal suono ricco di armonici naturali.

Dove si trova la musica per i massaggi

Attualmente la musica è facilmente reperibile anche su You Tube o servizi in Streaming come Spotify. Attenzione però perché i formati MP3 a bassa qualità disponibili su internet non sono adatti a musica terapeutica, per cui se ad esempio praticate un massaggio di guarigione sarebbe meglio scegliere un CD o un formato audio più accurato come il FLAC.

Che musica scegliere per particolari massaggi?

Adatte ad un massaggio orientale come il massaggio Ayurveda saranno musiche con suoni orientali come la musica classica indiana, oppure suoni della natura. Per un massaggio rilassante oltre alle musiche già citate possiamo utilizzare musica New Age. Invece nel caso di un massaggio rivitalizzante o muscolare allora meglio musiche con percussioni africane o sudamericane. Può andare bene anche la musica classica, o altri generi di musica soft come il blues, l’importante è che i brani siano calmi naturalmente.

Per rendere ancora più efficaci le musiche rilassanti possiamo scegliere specifiche accordature per particolari chakra oppure frequenze più naturali come la “Musica a 432 Hz Integrale“. In generale ricordatevi di utilizzare CD o audio FLAC e non MP3 per ascoltare musica benefica.

La musica è sempre necessaria?

In caso di alto stress e sensibilità agli stimoli può essere indicato anche il silenzio, a patto però che non ci sia un ambiente troppo rumoroso, ad esempio con suoni del traffico. Sempre meglio concordare con l’utente il fatto di non usare musica.


Non conosci la “Musica a 432 Hz Integrale“? Prova ad ascoltare questo brano:

Canone di Pachelbel in RE – Musica a 432 Hz integrale

 


Ti è piaciuto questo articolo? Allora potrebbero interessarti anche le opere dell’autore Enzo Crotti:

Musica a 432 Hz integrale di Enzo CrottiMusica a 432 Hz integrale

 

 

Opere gratuite - Enzo Crotti

Opere gratuite

 

 


 

accordatura a 432 hz

"Accordatura 432 Hz" e book gratuito

Scarica ora l’ebook gratis sul tuo PC

e comincia subito a leggerlo.